fbpx

Il colore dei capelli è determinato dalla melanina, un pigmento prodotto da cellule specifiche chiamate melanociti, situate all'apice della papilla dermica.
L'intera gamma dei colori dei capelli deriva da due tipi di melanina:le eumelanine, che danno capelli marroni o neri e le feumelanine che danno capelli rossi (rutilismo).
IL capello biondo è determinato da una scarsa attività dei melanociti. 
Esiste anche un fenomeno rarissimo di crescita di capelli di diverso colore nello stesso individuo ed è detto eterocromia.
Abbastanza particolare è il fenomeno del rutilismo che ha un incidenza molto bassa, circa l'1 % in quasi tutte le popolazioni, eccetto la Scozia dove arriva al 10%.
La canizie (capelli bianchi) è un fenomeno fisiologico dovuto a una riduzione della funzione dei melanociti con l'invecchiamento, l'età media della comparsa dei primi capelli bianchi è di 35 anni, partendo dalle tempie verso il vortice.
Per canizie precoce s'intende la comparsa attorno ai 20 dei primi capelli bianchi ed ha una trasmissione ereditaria, può essere anche un segnale di malattie autoimmunitarie. 
 
Alcune curiosità :
I capelli biondi sono i più densi ma più sottili (circa 150.000),i neri e castani i più grossi (da 100.000 a 120.000),i rossi i più radi (90.000).Il colore dei capelli è un evidente adattamento alla provenienza geografica. Spesso il capello nero e castano è abbinato a occhi scuri o nocciola, il biondo ad occhi azzurri e il rosso ad occhi verdi. 
 
 
 
 
 
 

Per assicurare la miglior esperienza di navigazione possibile, questo sito utilizza cookies. 

No Internet Connection